SUV e fuoristrada: nemici dell’ambiente numero 1

suvL’ambiente deve essere preso a cuore, dobbiamo curarlo e volergli bene. Da qualche decennio a questa parte, complice anche l’aumento notevole di auto che sono in giro nei paesi più industrializzati, l’inquinamento è salito. Certo, non è tutta colpa delle nostre quattro ruote, perché bisogna considerare anche fabbriche e pesticidi, ad esempio, ma soprattutto nelle grandi città l’influenza delle auto è notevole.

Ne è un esempio il recente blocco delle auto in città come Napoli e Milano, fatto nel tentativo di diminuire i limiti dei livelli di inquinamento che avevano raggiunto dei limiti davvero eccessivi.

Secondo uno studio che è stato pubblicato qualche anno fa su Focus, sembra che non tutte le vetture siamo inquinanti allo stesso modo: SUV e Jeep sarebbero in cima alla lista delle vetture “nere”, quelle che bisognerebbe cercare di fermare (o quanto meno di diminuire) per combattere lo smog cittadino.

La Francia, in maniera particolare la sua capitale Parigi, è stata la prima ad aver pensato di voler “sfrattare” queste vetture dai suoi boulvard. Nel corso degli anni anche altre città transalpine si sono affiancate alla capitale in questa scelta: Lione, Grenoble e Aix-en-Provence tra le varie.

La colpa potrebbe essere principalmente dei motori di grossa cilindrata (che consumano di più e quindi inquinano anche di più) e dei pneumatici 4×4 che alcune di queste vetture hanno.

Che cosa si potrebbe fare per migliorare la situazione?

Optare per una vettura a GPL o a metano potrebbe essere una interessante alternativa rispetto al a benzina o al diesel: consumano ed inquinano di meno, a tutto vantaggio sia dell’ambiente che del proprio portafoglio.

Altra alternativa è quella delle vetture elettriche, anch’esse meno inquinanti e dall’autonomia interessante. In questo caso, però, ci sono degli studi contrastanti, dato che secondo una ricerca commissionata dal Ministero dell’Ambiente di Berlino sembra che queste auto sarebbero più inquinanti del previsto (o comunque di quello che si dice). Dunque, attenzione alle proprie scelte.

Ultimo consiglio per non inquinare è quello di girare usando i mezzi pubblici, bus o treni, meno costosi rispetto all’auto privata (oltre che il costo del carburante, si risparmia anche quello dell’assicurazione e del bollo annuale) e, considerando che possono essere usati da più persone contemporaneamente, anche molto meno inquinanti.


Comments are closed.