Handmade e produzione di massa: qual’è meglio per l’ambiente ?

La crisi economica, il fallimento della società dei consumi, lo spreco delle risorse stanno cambiando anche i processi di creazione e vendita degli oggetti. Sempre più interessante si fa il dibattito che vede confrontarsi da un lato l’handmade, ovvero i prodotti fatti amano con la loro unicità e il loro valore inestimabile (rilanciato da siti dedicati come DeabyDay e HandmadeinItaly), dall’altro le produzioni di massa, che realizzano in serie gli stessi manufatti non sempre rispettando le regole del mercato in materia di sicurezza e dignità del lavoro. Ognuna di queste due visioni di riproduzione ha i suoi pregi e i suoi difetti, se da un lato si acquista valore dall’altro la variabile prezzo fa muovere l’ago della bilancia verso la produzione di massa a scapito della qualità e della personalizzazione, ma uno dei temi da considerare in questo caso è quello dell’impatto ambientale. Nel confrontare i due metodi di elaborazione la differenza su questo campo è abissale, ecco tre motivi per comprendere chi tra l’handmade e la produzione di massa è meglio per l’ambiente:

1. Luogo di lavoro: un lavoro fatto a mano viene spesso realizzato in casa, quindi si evita di prendere l’auto e di inquinare con i gas di scarico, si risparmia benzina e si evita lo stress da pendolare. Invece, nelle produzioni di massa, i lavoratori si recano in fabbrica, spesso con la macchina, a volte molto lontano dalla proprio dimora.

2. Uso di materiali di riciclo: molte realizzazioni handmade vengono fatte con materiali di riciclo, quindi sfruttando al massimo tutti gli oggetti che si ha a disposizione per più di una volta, mentre nel caso della creazione in serie i prodotti sono di bassa qualità, scadenti, che durano poco tempo così che si possono rompere facilmente per invogliare all’acquisto di nuovi oggetti. Il concetto di riparare è ormai in disuso, c’è quello di ricomperare in quanto i costi della produzione di massa sono sempre più bassi.

3. Vendita a Km zero: è il terzo elemento che fa dell’handmade un modello per salvaguardare l’ambiente. Acquistare oggetti di artigianato locale non necessita la presenza di grandi camion in strada che trasportano prodotti di massa. Dal produttore al consumatore è un slogan che ritrona ad essere di moda.


Comments are closed.