Il cashback e il consumismo: perché non ci piace

Il cashback è una delle modalità con le quali si può guadagnare denaro più si spende. Certo, non si tratta di somme eccessivamente grandi, per la maggior parte delle volte parliamo di poche decine di euro, ma c’è da dire che questo metodo di guadagnare denaro non ci piace granché.

Perché? Secondo noi il cashback incentiva al consumismo. Esattamente, spinge la gente a comprare di più.

In tanti vedono il cashback per più di quello che è, cioè un modo per avere un piccolo sconto su quello che si acquista.

Ipotizziamo di acquistare una penna per un regalo, il cui costo è magari di 15 euro. Un cashback del 1% (queste le percentuali, all’incirca, che si possono avere) garantisce un ritorno economico di 0,15 euro (che vengono accreditati sulla cashback card, una sorta di carta che bisogna strisciare per ogni acquisto che si fa per avere la certezza di vedersi accreditate le somme di denaro).

Si tratta di una somma davvero piccola, ma se si tiene presente che una famiglia composta da quattro persone spende, fonte Istat, in media 460 euro al mese per mangiare, 110 in abbigliamento e in mobili per la casa, ben 335 per i trasporti (il cashback permette di avere un ritorno di denaro per ogni euro di carburante speso), 35 per il telefono e poco meno di 95 euro per i giochi ed il tempo libero, si capisce bene come, se tutte queste spese passassero per il cashback, a fine mese si potrebbe riuscire a racimolare qualche decina di euro, una somma non proprio da buttare.

Ebbene, il cashback potrebbe incentivare a spendere di più solo per riuscire a racimolare più denaro, per non farsi scappare l’ennesimo affare.

La possibilità di acquistare più di quello di cui si ha bisogno diventa una cosa concreta e, soprattutto quando si tratta di alimenti, si rischia anche che alcune cose vadano a male e debbano essere buttate.

Tra le aziende che propongono un sistema di cashback c’è Lyoness, criticata ed osannata allo stesso tempo. Non entriamo nel merito ma lasciamo a voi la decisione se definire l’idea di business di questa azienda valida o meno, vi forniamo solo due fonti da cui trarre ispirazioni: questa analisi di Lyoness che prova a scoprire se il sistema è una bufala o meno.

Il segreto è spendere senza lasciarsi prender dalla voglia di guadagnare denaro, acquistando solo ciò di cui si ha realmente bisogno. E’ solo così che si potrà avere la certezza che il cashback sarà un concreto vantaggio.


Comments are closed.