La Raccolta Differenziata

La nostra società è sempre più soggetta a problemi legati all’inquinamento costante ed indiscriminato, il problema non risiede però in realtà nell’inquinamento in se stesso, ma nel modo di pensare della gente, sia di coloro che non badano alla distruzione dell’ambiente (fabbriche, miniere, discariche), sia cosa molto più importante delle persone comuni, infatti per riuscire a cambiare questo trend che sta portando la Terra verso l’autodistruzione, quello che deve cambiare è la coscienza comune.

Ognuno nel suo piccolo può iniziare a fare un passo nella direzione giusta e non bisogna mai pensare che i propri piccoli sforzi risultino inutili, se infatti ogni singola persona della Terra si muovesse nella direzione comune si potrebbe iniziare a parlare di una soluzione ambientale e solo in questo modo lo si potrà fare, ovviamente una politica ambientale da parte dei singoli Paesi è altrettanto importante se non di più, ma cambiare la coscienza della gente è il primo punto.

La raccolta differenziata, in questo senso, è una delle cose più importanti che si possano iniziare a fare (anche se in realtà sono almeno 10 anni che tutti dovrebbero avere iniziato a farla), infatti se non si può al momento fermare la produzione di prodotti inquinanti come plastica, tetrapack, eccetera, si può però cercare di minimizzare i danni. Per fare questo comprendere che tutti i materiali vanno smaltiti in modo separato è il centro del discorso: vetro, plastica, carta e cartone, metalli, legno e ancora più importante batterie e pile, olio, alluminio e tetrapack. Ormai tutti i comuni italiani hanno iniziato un progetto in questo senso, ma spesso tutta la fatica di dividere l’immondizia risulta poi inutile perché gran parte dei nostri rifiuti verrà poi bruciata in qualche inceneritore enorme come per esempio quello di Brescia. Ricordate, l’importante è che ognuno faccia la sua parte e piano piano il nostro mondo potrebbe divenire un posto migliore per vivere.

 


Comments are closed.