Risparmio Energetico = Risparmio Monetario

Siamo in un periodo storico in cui ci viene spiegato, ogni giorno, che l’energia va risparmiata nel miglior modo possibile, si utilizzano lampadine a risparmio energetico, pannelli solari, alcuni adottano addirittura pale per l’energia eolica per integrare la corrente proveniente dal circuito normale con energie rinnovabili.

Tutti noi siamo d’accordo che bisogna fare qualcosa per risparmiare energia e di conseguenza sia soldi che risparmiare alla natura un inquinamento costante. Ma se questo è vero, ci si potrebbe domandare perché nei nostri comuni le luci pubbliche vengono accese d’estate alle 6 del pomeriggio quando ci sarà luce almeno fino alle 20 e 30 o oltre, perché tutto questo dispendio energetico, perché le vetrine dei supermarket restano accese anche di notte quando sono chiusi, e come questi molti altri quesiti. Sono le contraddizioni di una società che no si può dire certamente ben organizzata sotto l’aspetto energetico e tanto meno sotto quello economico, ancora più difficoltoso da gestire.

Sarebbe certamente bellissimo riuscire tutti a risparmiare un po’ di energia ogni giorno e aiutare il nostro pianeta, ma se poi le industrie inquinano in modo indiscriminato, consumano in 10 minuti quello che noi consumiamo in un anno, mi sembra un discorso che non abbia dei fondamenti reali.

Il risparmio energetico e quello monetario sono legati, infatti consumare, meno gas, meno luce, produrre meno rifiuti e di conseguenza consumare in generale meno, si trasforma in un risparmio monetario incredibile su larga scala. In altre parole il risparmio energetico si traduce in risparmio monetario, cioè in un altro modo di fare soldi.

Si può partire dalle piccole cose, ad esempio affidarsi a ditte specializzate per recuperare un pò di sprechi in termine di spifferi e di calore (o fresco, in estate), sprecato.

Se ognuno di noi facesse un piccolo passo, il nostro mondo potrebbe divenire un mondo migliore. Resta il fatto inequivocabile che se le industrie continueranno a consumare, inquinare e produrre in modo sfrenato i piccoli sacrifici o il piccolo impegno del singolo cittadino resterà una singola goccia in un oceano vasto e sterminato.

In ogni caso fare del proprio meglio è sempre meglio che non farlo e se si può risparmiare energia è meglio farlo, ma la cosa più importante è sensibilizzare altra gente, far comprendere a chi ancora non lo ha fatto la differenza tra utilizzare l’energia in qualsiasi sua forma e invece lo spreco di energia senza un reale utilizzo.


Comments are closed.